Gubbio

Gubbio, la "più bella città medievale". Fra i numerosi centri abitati di questa regione, tutti ricchissimi di testimonianze del passato, tutti caratteristici per la loro tipica fisionomia, tutti affascinanti per i loro monumenti e per la loro atmosfera, Gubbio è certamente quello che mantiene più intatto il suo antico aspetto. Le strade, i palazzi, le chiese ed anche tutte le case, sono ancora perfettamente conservate, sono ancor oggi visibili e sono soprattutto la testimonianza di un glorioso periodo di storia che la vide, per tutto il Medio Evo, non solo florida economicamente, ma anche politicamente e perseverante nella difesa delle proprie libert comunali.

Gubbio è stata all'origine una città degli Umbri, che si estesero attraverso il territorio compreso al di qua della riva sinistra del Tevere. Di questa interessante civiltà italica restano, proprio in questa città, reperti di eccezionale importanza: le " Tavole Eugubine" che sono un singolare documento il quale riporta, nella lingua di questo popolo, alcuni ordinamenti e rituali religiosi. A questa stessa popolazione appartengono alcune monete conservate, insieme alle Tavole, nel Palazzo dei Consoli.

Reperti archeologici dello stesso periodo si trovano inoltre nei dintorni. Gubbio successivamente fu romana e cambiò il suo nome da Ikuvium in Iguvium. Anche in quell'epoca raggiunse una certa importanza tanto che nella città sorsero teatri (il più importante lo si può ammirare ancora oggi quasi perfettamente conservato) e templi. Anche l'assetto urbano attuale ricalca quello originario romano con vie rettilinee e più o meno parallele che si distribuiscono lungo il fianco del monte Ingino.

Su tale sistemazione urbanistica tipicamente romana si impiantò la citt medievale. Dopo la caduta dell'impero romano e dopo aver sopportato le invasioni barbariche; fin dall'XI secolo la città si eresse a Comune libero. La sua potenza crebbe notevolmente anche in seguito ad una serie di guerre vittoriose combattute contro i Comuni vicini, spesso coalizzati tra loro, e contro la stessa potentissima Perugia.

Gubbio è oggi una città interessantissima per il suo centro monumentale, per i suoi splendidi palazzi e per la sua immutata fisionomia medievale, ma è anche famosissima per la eccezionale Corsa dei Ceri, una manifestazione storico-folkloristica unica nel suo genere, (15 maggio).

Altre importanti manifestazioni:
A Natale ed Epifania: albero di Natale più grande del mondo (altezza 800 m, larghezza 400 m), costruito con lampade e cavi elettrici su tutta l'estensione del Monte Ingino. Presepio con statue in grandezza naturale.
Pasqua: processione del Cristo Morto, con "incappucciati" ed antichi canti in latino.
Ultima domenica di maggio: Palio (gara) della balestra tra le città di Gubbio e S. Sepolcro.
14 agosto: torneo dei quartieri, palio della balestra tra i quartieri di Gubbio.
Manifestazioni teatrali e musicali nei mesi di Luglio e Agosto.